domenica , gennaio 20 2019
Banner_LPMAPA_100 Tazza 100x300 Tazza 100x300




Serata finale de Le Maschere del Teatro Italiano: i premiati

La quarta edizione del Premio le Maschere del Teatro Italiano premia come migliore spettacolo dell’anno Le sorelle Macaluso di Emma Dante; migliore regia, Antonio e Cleopatra di Luca De Fusco; migliore attore protagonista Pierfrancesco Favino per Servo per due; migliore attrice protagonista Elisabetta Pozzi per Agamennone.  Cinque i napoletani premiati: oltre a Luca De Fusco, Tonino Taiuti Pierfrancesco-Favino-Premio-Maschere-2014-migliore_attore_protagonistamigliore attore non protagonista per Circo Equestre Sgueglia, Lino Musella migliore attore emergente per La società; Alessandro Preziosi migliore interprete di monologo per Cyrano sulla luna; Zaira De Vincentiis miglior costumista per Antonio e Cleopatra. Gli altri premiati: Maurizio Balò migliore scenografo per Antonio e Cleopatra, Ariella Reggio, migliore attrice non protagonista per Boeing Boeing, Simone Cristicchie Valter Sivilotti migliori autori di musiche per Magazzino 18; Gianni Clementi miglior autore di novità italiane per Lo Sfascio.
Per Emma Dante (bloccata da una indisposizione) ha ritirato il premio Leonarda Saffi che dello spettacolo vincitore è interprete.

Il Premio speciale del Presidente della Giuria è andato a una grande signora del teatro italiano, Giuliana Lojodice. Mentre il Premio Graziella Lonardi Buontempo a Pordenonelegge, a ritirarlo Michela Zin e Gian Mario Villalta, rispettivamente direttore e direttore artistico della Fondazione Pordenonelegge.

La serata, è stata organizzata per il quarto anno consecutivo dalla Fondazione Campania dei Festival (che ha il suo core business ne Napoli Teatro Festival italia) in collaborazione con l’AGIS (Associazione Generale Italiana Spettacolo) ed è  trasmessa in diretta differita su Raiuno alle 23 circa, come ormai da tradizione. A condurla  Tullio Solenghi che quest’anno ha giocato con gli ospiti sul futuro, cercando di immaginare come sarà il premio, la nostra vita e il mondo teatrale  nel 2114,  fra cent’anni.

Anche quest’anno erano dodici le categorie in gara: miglior spettacolo di prosa, migliore regia, attore protagonista, attrice protagonista, attore non protagonista, attrice non protagonista, attore/attrice emergente, interprete di monologo, scenografo, costumista, autore di musiche, autore di novità italiana.

A scegliere i vincitori una giuria composta da Gianni Letta, presidente, Luigi Grispello, presidente Fondazione Campania dei Festival, Caterina Miraglia, Fondazione Campania dei Festival, Giancarlo Leone, Direttore Rai Uno, Carlo Fontana, presidente Agis, Giulio Baffi, critico la Repubblica Napoli, Marco Bernardi, direttore Teatro Stabile di Bolzano, Maricla Boggio, drammaturgo, Emilia Costantini, critico Corriere della Sera, Masolino D’Amico, critico La Stampa, Maria Rosaria Gianni, Caporedattore Cultura TG1, Enrico Groppali, critico Il Giornale, Massimo Monaci, direttore Teatro Eliseo, Andrea Porcheddu, critico www.linkiesta.it.

Il meccanismo del premio inventato undici anni fa  da Luca De Fusco e dal critico Maurizio Giammusso, e fortemente voluto da Gianni Letta, grande appassionato di teatro,  vede in una prima fase una giuria di esperti scegliere in una discussione pubblica, le terne dei finalisti che poi vengono votate per posta da una giuria popolare di circa 800 teatranti (attori, registi, scenografi, costumisti, organizzatori).

In rosso i vincitori
SPETTACOLO DI PROSA
Le sorelle Macaluso regia di Emma Dante
Frost/Nixon regia di Ferdinando Bruni e Elio De Capitani
Circo equestre Sgueglia regia di Alfredo Arias

REGIA
Luca De Fusco per Antonio e Cleopatra
Maurizio Scaparro per Viviani Varietà
Giancarlo Sepe per Amletò

ATTORE PROTAGONISTA
Pierfrancesco Favino per Servo per due
Luca Lazzareschi per Antonio e Cleopatra
Massimiliano Gallo per Circo equestre Sgueglia

ATTRICE PROTAGONISTA
Gaia Aprea per Antonio e Cleopatra
Elisabetta Pozzi per Agamennone
Margherita Di Rauso per Week End

ATTORE NON PROTAGONISTA
Tonino Taiuti per Circo equestre Sgueglia
Giacinto Palmarini per Antonio e Cleopatra
Leandro Amato per Molto rumore per nulla

ATTRICE NON PROTAGONISTA
Ariella Reggio per Boeing Boeing
Patrizia Milani per La brocca rotta
Anita Bartolucci per Ti ho sposato per allegria

ATTORE/ATTRICE EMERGENTE
Silvia Siravo per Tacchi misti
Lino Musella per La società
Daniele Russo per Arancia meccanica

INTERPRETE DI MONOLOGO
Simone Cristicchi per Magazzino 18
Claudio Di Palma per L’armonia perduta/Letteratura e salti mortali
Alessandro Preziosi per Cyrano sulla luna

SCENOGRAFO
Maurizio Balò per Antonio e Cleopatra
Sergio Tramonti per Circo equestre Sgueglia
Francesco Ghisu per Medea

COSTUMISTA
Zaira de Vincentiis per Antonio e Cleopatra
Maurizio Millenotti per Circo equestre Sgueglia
Andrea Viotti per I pilastri della società

AUTORE DI MUSICHE
Simone Cristicchi per Magazzino 18
Ran Bagno per Antonio e Cleopatra
Musica da Ripostiglio per Servo per due

AUTORE DI NOVITÀ ITALIANA
Paolo Sorrentino per Hanno tutti ragione
Francesco Giuffrè per La lista di Schindler
Gianni Clementi per Lo sfascio

 

 

Check Also

Short Theatre, La forza sta nell’accadimento

“Roma – Il festival multidisciplinare Short Theatre ogni anno costruisce e ricompone una vera e …